Celebrazione dei Funerali

Il funerale religioso (rito delle esequie) non è un fatto automatico, ma una scelta dei famigliari del defunto (che si suppongono credenti) oppure l’adempimento di un desiderio testamentario (scritto o orale) lasciato dal defunto.

Appena si ha notizia del decesso del congiunto è necessario contattare immediatamente il parroco recandosi di persona in segreteria parrocchiale negli orari di apertura, oppure telefonando negli stessi orari (vedi sezione contatti), oppure tramite mail (dgiogmg@gmail.com) oppure in prossimità della celebrazione delle Messe.

Lo scopo del colloquio con il Parroco è quello di avere notizie del defunto, dare conforto ai famigliari, eventualmente scegliere la liturgia e le letture e fissare il giorno e l’orario della celebrazione del funerale.

Nella città di Milano il Comune permette il funerale dal lunedì al sabato (festivi esclusi) nei seguenti orari: 9.00, 11.00 o 14.45, ma bisognerà verificare con il Parroco la disponibilità sua e della chiesa.

Ricordiamo che le Agenzie di Pompe Funebri sono esercizi commerciali: vendono un servizio (vestizione, bare, fiori, trasporto) e dunque non sono in alcun modo titolati ad organizzare l’aspetto religioso della celebrazione. Con rammarico constatiamo che alcune Agenzie usano dire ai parenti del defunto: “non si preoccupi, pensiamo a tutto noi!”. Ma, come detto, l’aspetto religioso della celebrazione va concordato con il Parroco.

La Parrocchia non chiede alcun compenso economico per la celebrazione del funerale che è totalmente gratuito: tuttavia è consuetudine dare una offerta assolutamente libera per le spese sostenute dalla Parrocchia (riscaldamento, luce, pulizia e manutenzione della Chiesa etc.).